Quante volte si annaffia un bonsai?

L’irrigazione è uno degli aspetti più cruciali nella cura dei bonsai. Il fabbisogno idrico di un bonsai dipende da diversi fattori, come il vento, la temperatura e le dimensioni del vaso. Ecco alcuni punti importanti da considerare quando si annaffia un bonsai:

Cosa tenere presente nell’irrigazione di un bonsai:

  • Controllare il fabbisogno d’acqua: È essenziale valutare attentamente se il bonsai ha bisogno di acqua prima di procedere con l’irrigazione. Evitare di annaffiare il bonsai se non è necessario.
  • Moderare l’irrigazione: È importante annaffiare il bonsai in modo moderato, evitando eccessi d’acqua che potrebbero danneggiare la pianta.
  • Irrigare in base alle esigenze: Ogni bonsai ha esigenze idriche diverse, quindi è consigliabile annaffiare ogni pianta in base al suo fabbisogno specifico.
  • Evitare l’asciugatura completa del terriccio: Mai lasciare che il terriccio del bonsai si asciughi completamente, specialmente durante i mesi estivi.
  • Monitorare costantemente il fabbisogno idrico: In giornate ventose o con variazioni climatiche rapide, controllare più volte il fabbisogno idrico del bonsai.
  • Rinvasare correttamente: Durante il rinvaso, utilizzare un substrato ben drenante e assicurarsi che il vaso abbia fori di drenaggio per evitare ristagni d’acqua.
  • Considerare le condizioni climatiche: Le variazioni climatiche influenzano il fabbisogno idrico del bonsai. Adattare l’irrigazione in base alle condizioni meteorologiche.

Annaffialo regolarmente

Annaffiare un bonsai richiede attenzione e regolarità per garantire la salute e la vitalità della pianta. Seguire attentamente le esigenze specifiche del proprio bonsai e osservare attentamente le condizioni ambientali per determinare la frequenza ottimale di irrigazione. A continuazione vediamo alcuni sistemi di irrigazione automatica dei bonsai.

Sistemi di irrigazione per bonsai

Come capire se un bonsai ha bisogno di essere annaffiato:

  1. Controllare il terriccio: Infilare un dito nel substrato del bonsai. Se il terriccio è asciutto per almeno 2-3 cm di profondità, è il momento di annaffiare.
  2. Sollevare il vaso: Un bonsai che necessita di acqua peserà meno rispetto a quando è ben idratato. Sollevando regolarmente il vaso, si impara a riconoscere il peso di un bonsai ben annaffiato.
  3. Osservare le foglie: Foglie appassite, ingiallite o che tendono a piegarsi verso il basso possono essere un segnale che il bonsai ha bisogno di acqua.
  4. Controllare la stagione: Durante i mesi estivi, quando le temperature sono più alte, i bonsai tendono a seccarsi più rapidamente e richiedono un’irrigazione più frequente.
  5. Considerare le dimensioni del vaso: Bonsai in vasi piccoli si asciugano più in fretta rispetto a quelli in contenitori più grandi. Controllare più spesso i bonsai in vasi di piccole dimensioni.
  6. Annusare il terriccio: Se il substrato emana un odore sgradevole o muffa, probabilmente è troppo bagnato. In questo caso, evitare di annaffiare fino a quando non si asciuga leggermente in superficie.

Vasi auto innaffianti

È importante trovare il giusto equilibrio, evitando sia l’eccesso che la carenza d’acqua. Controllare regolarmente il bonsai e annaffiare solo quando necessario, seguendo le indicazioni fornite dalle foglie e dal terriccio.